1 pg api_home.php/ m 1250 mm Sciame cosmico in onde corte - Incontri con le Api - I 

Home Musica Strumenti sonori e musicali che ricercano il ronzio Sciame cosmico in onde corte Sciame cosmico in onde corte

Slide 1
Slide 2

Sciame cosmico in onde corte


Uno sciame d’api tra le onde radio
Registrato da Walter Maioli ad Amsterdam nel 1986durante il passaggio della cometa di Halley
Quando Marconi, come Tesla ed altri, ha iniziato ad utilizzare le onde elettromagnetiche e ha costruito un apparecchio in grado di ricevere le onde radio, in pratica una radio ricevente, ha ascoltato dei misteriosi suoni, ma cos’erano quei suoni che riceveva, da dove provenivano? visto che non vi era ancora nessuna radio trasmittente? Marconi si imbatté in quelle che secondo lui erano potenziali comunicazioni provenienti da entità extraterrestri. Il 29 gennaio 1920 sul New York Times apparve una notizia MARCONI TESTING HIS MARS SIGNALS; Inventor Promises a Statement on New Phases of Strange Wireless Phenomena. https://www.nytimes.com/1920/01/29/archives/marconi-testing-his-mars-signals
inventor-promises-a-statement-on.html L’inventore italiano sarebbe stato impegnato a investigare su onde radio di origine sconosciuta; citando le parole di Marconi: Nessuno può ancora affermare se esse abbiano origine sulla Terra o su altri Mondi. Peccato che non sono più disponibili i segnali da lui captati e quindi non si può sapere con certezza di che cosa si trattasse. La scienza ufficiale avanzò diverse ipotesi che parlavano di possibili segnali parassiti o di onde Hertziane proveniente dal Sole o da altri pianeti. Il fenomeno delle onde elettromagnetiche emesse naturalmente dagli astri non era ancora stato individuato sino al 1931 quando il fisico e ingegnere statunitense Karl Guthe Jansk, scoprì le onde elettromagnetiche emesse dalla Via Lattea. Una scoperta che viene considerata la scintilla che ha portato, più tardi, alla nascita della radioastronomia. Ora noi sappiamo che viviamo in un immenso universo che si esprime attraverso le onde radio. Un stratosferico immenso misterioso marasma con miliardi di suoni, quello che sentiva Marconi e che tutti noi possiamo sentire quando ci sintonizziamo sulle onde corte. Sibili, soffi, sbuffi, stridii, trilli, fischi, raschi, battimenti, percussioni, suoni misteriosi e inquietanti, ma anche canti, come mi è capitato nel 1986 durante gli “incontri in onde corte” una ricerca che svolgo da decenni e che mi ha portato a registrare un profondo coro simile al canto dei monaci tibetani e anche un’onda radio che modula: ui oi -oi ui – ui oi -oi ui del tutto identica alle vocalizzazioni tipiche dei pigmei, cosi una strana frequenza che produce il complesso ronzio dello sciame delle api. (Potete ascoltare lo “sciame cosmico in onde corte” nel finale del brano “Vibrazione cosmica” dall’Lp – CD I SUONI DELLE API -LA VIBRAZIONE DEL COSMO di Walter Maioli). Ora la radioastronomia si avvale della riconversione delle onde elettromagnetiche non solo in immagini ma anche in suoni. Hanno rilevato il fondo di radiazione cosmica, ovvero un fondo di radiazione elettromagnetica diffuso omogeneamente in tutto lo spazio e la presenza di onde acustiche nell'universo primordiale, un "flauto cosmico" nel quale le onde sonore sono pari alla
lunghezza fondamentale dello strumento (circa 300.000 anni luce) con armoniche di lunghezza pari alla metà, a un terzo e così via. Hanno anche scoperto che "Gemma", una stella distante 1600 trilioni di chilometri dalla Terra, vibra proprio come uno strumento musicale, producendo qualcosa di simile a una melodia. Le sonde spaziali hanno inviato 'sinfonie' di sibili, fischi e cori prodotti da Saturno e il tintinnare dei suoi anelli. Urano soffia con furia tenebrosa e Giove brontola. Anche le galassie producono straordinari suoni e dalla fine degli anni 80 l’astrofisica milanese Fiorella Terenzi, con cui ho avuto il piacere di collaborare, sta studiando e diffondendo “La musica della Galassie”.

Il testamento di Isaac Asimov


Gli antichi parlano di musica delle sfere, gli scienziati moderni raccontano di danze degli atomi, e canti delle galassie, Isaac Asimov, prima della sua morte ha lasciato come testamento lo scritto: La musica è la forma d'arte che più di ogni altra evoca ed esprime l'essenza dell'universo, dalle danze dei campi delle particelle sub-atomiche al volo delle galassie. L'universo altro non è che un immenso brano musicale. (WM)

Ora troviamo anche una Galleria di Suoni dell’Universo
1) Progetto Radio Jove – 2010 2) Monitoraggio del flusso meteorico 3) Segnali naturali ricevibili sulla Terra, detti anche “hisses”: “Sferics” – “Tweeks” – “Whistlers” – “Aural Chorus” 4) Segnali naturali della Terra ricevibili dallo spazio 5) Il “suono” degli elettroni e delle onde di plasma registrato dallo strumento EMFISIS a bordo delle Van Allen Probes 6) Segnali prodotti dai fulmini su Saturno – Sonda Cassini 7) Saturno – Sonda Voyager 2 8) Sonda Cassini – Grand Finale:onde di plasma fra Saturno ed Encelado 9) Giove – Sonde Voyager 1 e 2 10) Io, satellite di Giove – Sonde Voyager 1 e 2 11) Aurora su Ganimede, satellite di Giove – sonda Galileo 12) Urano – Sonda Voyager 2 13) Miranda – Sonda Voyager 2 14) Nettuno – Sonda Voyager 2 15) Segnale del Sole – Solar Dynamics Observatory 16) Segnale prodotto da un’espulsione di massa coronale (CME) del Sole 17) Stella Hya XI 18) Suoni di alcune Pulsar https://www.unioneastrofilinapoletani.it/it/home/attivita-sperimentali/sezione-radioastronomia/galleriadi- suoni-delluniverso/

dalle antenne sciamaniche all’antenna radio

Rombi, croci -dalle antiche civiltà ai popoli tribali e le tradizioni popolari – impiegata da molti popoli dell'America sia del nord che del sud e in Asia, come in Tibet. Mandala -Occhio spirituale o Occhio di Dio – croce propiziatoria – scudo protettivo -specchio, portale magico -per conoscere l’inconoscibile -ha il potere di vedere e capire le cose sconosciute.
COMUNICARE CON L’INVISIBILE
1) Harappa -Civiltà della valle dell’Indo 3300–1500 a.C. 2) affresco romano di Età Imperiale 3) Ojos de Dios dei Huichol del Messico che creano attraverso l'uso del peyote, simboleggia l'essenza, la stessa vita, sostentamento, la salute, la realizzazione, la fortuna. 4) croce propiziatoria nella campagna romagnola 5 ) l’antenna radio di Guglielmo Marconi. (ricerca e collage WM)


Ad Amsterdam nel 1986 durante il passaggio della cometa di Halley. Un’esplorazione con la radio per realizzare la compilazione: “INCONTRI IN ONDE CORTE

Sino alla fine degli anni 50, la radio era l’unico mezzo per ascoltare voci, suoni e musiche. I bambini di quell’epoca, che intorno al 68 avrebbero avuto 18 anni, si sono formati l’orecchio con queste sonorità. Ero affascinato! Muovendo la manopola, sentivo voci che parlavano in strane lingue, mischiate con musiche che evocavano luoghi lontani e misteriosi miste a sibili, fischi e strani suoni, e io cercavo….


Walter Maioli e Luce Maioli hanno presentato in anteprima nel 1991 il primo concerto svolto al
PLANETARIO ULRICO HOEPLI
Corso Venezia, 57 -Telefono 225.181 COMUNE DI MILANO SETTORE CULTURA E SPETTACOLO
22 giugno 1991-ore 16.30 e 25 -27 giugno -ore 21.00

Suoni per il planetario


FORME SONORE NATURALI E VISIONI COSMICHE
Concerto di Walter Maioli, Patricia Meyer, Luce Maioli


1991 -Walter Maioli con Enrico Miotto, conferenziere del Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano e Fiorella Terenzi (a destra in alto) astrofisica, musicista e scrittrice milanese, ora affermata e conosciuta, soprattutto negli Stati Uniti dove risiede, per la “Musica delle Galassie” uno studio di tecniche di conversione delle onde radio provenienti dalle galassie in suono.
http://www.fiorella.com/index.html
Fiorella ha partecipato, suonando come ospite, al concerto di Walter Maioli, con Patricia Meyer, Luce Maioli, Olivia Errera e Caterina Welfens.

Sciame cosmico in onde corte

Abstract:

Quando Marconi, come Tesla ed altri, ha iniziato ad utilizzare le onde elettromagnetiche e ha costruito un apparecchio in grado di ricevere le onde radio, in pratica una radio ricevente, ha ascoltato dei misteriosi suoni, ma cos’erano quei suoni che riceveva, da dove provenivano? visto che non vi era ancora nessuna radio trasmittente? Marconi si imbatté in quelle che secondo lui erano potenziali comunicazioni provenienti da entità extraterrestri.

Dettaglio pagine:

Project information

  • Title: Sciame cosmico in onde corte
  • Revision: 2
  • Source:
  • Source Url:
  • Author:
  • Photo:
  • Posted by: enzo
  • Posted on: 2021-05-10 17:19:37
  • Modified by:
  • Modified on: 2021-05-10 17:19:37
  • Internal Code: sciame-cosmico-onde-corte






2 pg home/sciame-cosmico-onde-corte m 1250 mm sciame-cosmico